Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Insegnare Inglese a scuola. Non sempre è facile coinvolgere gli studenti, nonostante questi sappiano quanto sia importante, per il loro futuro sia di studio che lavorativo, conoscere bene questa lingua. E allora si possono sperimentare strada diverse, maggiormente efficaci. E’ quanto è successo nei giorni scorsi nel corso di Liceo Artistico dell’I.I.S. “Munari” di Crema. Su base volontaria, gli studenti delle classi terze, quarte e quinte dei corsi B, C e D, hanno dapprima ascoltato una affascinante ed approfondita lezione tenuta dal prof. Carlo Pagetti, docente di Letteratura inglese e Cultura anglo-americana presso l’Università degli Studi di Milano, scrittore e traduttore di fama internazionale, su “The strange case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde tra horror, fantastico e fantascienza”, ed in seguito, ormai ben preparati sull’argomento, hanno assistito alla rappresentazione teatrale in inglese dell’opera di Stevenson, presso il teatro Carcano di Milano. Gli studenti del corso Figurativo sono inoltre impegnati proprio in questi giorni a realizzare opere pittoriche sul tema dell’identità, ovvero il motivo dello specchio, o del doppio, una tematica affrontata, a partire dalla fine dell’Ottocento sino ai giorni nostri, da numerosi scrittori (Stevenson, appunto, e poi Oscar Wilde, Bram Stoker, H.G. Wells, nonché dal nostro Pirandello, e da Stephen King), da psicanalisti (Freud, Rank, Jung e Laing), nonché da artisti figurativi. Quando l’Inglese e l’Arte, insomma, si danno la mano.

 

Carlo Pagetti  alunni Munari